Secondo i miei occhi

IN QUESTA CASA SEMBRA CHE TUTTI I DANNI SONO COLPA MIA!! CHE NERVOSO

.

D’ora in poi, quando mi chiederanno come stai, risponderò sempre “sto bene” perché il tempo in cui stavo male è finito e ora non farò altro che sorridere, a tutto e a tutti. Perché la cosa più bella che si possa fare è sorridere andare avanti e non voltarsi indietro.

.

Un ragazzo può provare a conquistarti in ogni modo.

ma se tu davvero ami lui, se per davvero hai solo lui in mente e non fai altro che pensare a lui mattina pomeriggio e sera, se davvero lo vuoi ora e sempre nessun ragazzo oltre a lui riuscirà mai a conquistarti.

Forse ho provato a fumare per sfogarmi,o forse ho provato a fumare perché tutti lo facevano.Io non so perché ho provato a fumare,
so che però mi rilassa,
so che ora sto continuando a fumare,
e anche se so che fa male non ho intenzione di smettere,
perché quando arriva la parte della giornata in cui accendo quella maledetta sigarette, che sia con amici o da sola,
riesco a rilassarmi, alcune volte mi si spegne il cervello per quei pochi minuti e mi allontana da tutti i problemi che ho, altre volte invece mi fa riflettere, mi fa riflettere su ciò che è giusto e sbagliato, su quello che voglio e quello che ho perso, mi fa riflettere su lui, sui suoi occhi e quando penso a lui mi ritrovo la sigaretta spenta e ormai consumata da sola.

Forse ho provato a fumare per sfogarmi,
o forse ho provato a fumare perché tutti lo facevano.
Io non so perché ho provato a fumare,

so che però mi rilassa,

so che ora sto continuando a fumare,

e anche se so che fa male non ho intenzione di smettere,

perché quando arriva la parte della giornata in cui accendo quella maledetta sigarette, che sia con amici o da sola,

riesco a rilassarmi, alcune volte mi si spegne il cervello per quei pochi minuti e mi allontana da tutti i problemi che ho, altre volte invece mi fa riflettere, mi fa riflettere su ciò che è giusto e sbagliato, su quello che voglio e quello che ho perso, mi fa riflettere su lui, sui suoi occhi e quando penso a lui mi ritrovo la sigaretta spenta e ormai consumata da sola.

Vorrei solo te.

Vorrei essere una di quelle persone che sa scrivere bene,

vorrei essere una di quelle persone che riesce ad esprimere quello che pensa.

Invece, ogni santo giorno mi trovo con mille idee, mille pensieri, mi trovo lui nella mente e di conseguenza una penna e un foglio pasticciato per i tentativi non riusciti.

Vorrei scrivere di lui, di quanto lo amo, e di quanto ora lo vorrei di fianco a me, di quanto vale la pena di lottare per tornare da me, con me.

Invece non so fare altro che ammucchiare fogli di carta senza vederlo tornare..

Cerco di dire che non me ne frega più niente ma tra il dire e il fare non c’è un paragone. Sai quando ci sono quelle canzoni che rispecchiano l’anima? Io ho trovato la mia strofa: “grazie per avermi fatto male, non lo dimenticherò, grazie io riparto, solo contro vento ricomincierò”. Sai perché contro vento? Perché il mio cuore vorrebbe starti accanto ma non ne ha la possibilità perciò vola contro la sua volontà. io ora sto mettendo da parte l’orgoglio perché per me tu sei più importante di me stessa, so che avrei dovuto farlo molto prima, ma meglio tardi che mai penso io.. Ti penso, guardo una tua foto, una nostra, vorrei scriverti ogni secondo della mia inutile vita e poi scoppio in lascrime cosi dal niente al nulla.. Io sono qui con il mio cuore in mano, faccio quello che posso, faccio quello che riesco, fatto il possibile per dimostrarti che se tu tornassi da me, io non ti lascierei mai.. Ti guardo sempre, ti cerco sempre, ogni cosa che fai ti seguo con gli occhi.. Spero di incrociarli, spero che mi guardi con quegli occhi meravigliosi di cui io sono innamorata.. Ti volevo scrivere, ma non l’ho fatto, ti volevo dire che si puó tornare indietro ma se non torni vuol dire che non vuoi, ti volevo dire che se puó sperimentare, che possiamo avere un occasione, ti volevo dire che le cose possono cambiare, basta volerlo, si puó ricominciare. Ti volevo dire che hai sempre due braccia che ti aspettano, che non faccio niente, non mi faccio sentire, ho accettato silenziosamente le tue scelte, non ho smosso il mondo, non l’ho fatto. E non chiedermi perchè, non te lo saprei dire. Ti volevo dire che anche se non ti cerco, non ti scrivo, se non ti chiamo, ti penso. Ti volevo dire che a volte mi viene da prendere quel telefono e scriverti e perdonami se non ho il coraggio di farlo, ti volevo dire che a volte vorrei lottare, ma non so se ci sia qualcosa per cui lottare, ti vorrei convincere che ne vale la pena, che potresti buttare tutto all’aria, ricominciare, e non pentirtene.       _Ary_